lunedì 20 luglio 2015

[Beauty] Strisce Depilatorie Viso – Lycia vs. Veet

Buongiorno a tutti e buon Lunedì!
Lasciando da parte il discorso che fa decisamente un caldo atroce, colgo l'occasione per ringraziare tutti i nuovi iscritti sul nostro blog e sulla pagina. Abbiamo raggiunto da poco i 100 lettori sul blog e i 368 mi piace sulla pagina.
Per noi sono traguardi decisamente importanti e quindi vi ringraziamo, uno per uno.

Come ogni lunedì iniziamo la settimana con una recensione e questa volta parliamo dei brutti -bruttissimi- peli sul viso, da sempre una croce per noi donne. Qualcuna viene graziata e nasce senza troppa peluria, altre invece devono depilarsi costantemente per non sembrare un uomo. “Donna barbuta sempre piaciuta”, dice il proverbio. Tralasciando studi e donne che dicono di usare il rasoio come fanno gli uomini (seriamente?), perché a detta loro la pelle risulta molto più liscia (oookaaay), parliamo di due prodotti per la depilazione e facciamo un confronto tra due note marche che si possono trovare al supermercato con molta facilità.

Prodotto: Strisce depilatorie per viso
Marca: Lycia
Confezione Lycia: 20 strisce depilatorie + 2 salviette post depilazione
Per: Pelli normali. Con cera d’api e olio di jojoba.
Marca:  Veet
Confezione Veet: 20 strisce depilatorie + 4 salviette post depilazione
Per: Pelli normali. Burro di Karitè e frutti rossi

La scelta di Veet inizialmente è stata fatta perché marca da sempre nel mondo della depilazione. Conosco altri prodotti e li ho trovati molto validi, anche se un po’ cari a livello di prezzo. Lycia invece è stata una scoperta nuova, beccata perché le strisce Veet erano finite ed erano pure scontate, anche se il prezzo era conveniente.
Le strisce Veet si presentano su carta opaca, di colore rosa mentre quelle Lycia sono su carta trasparente e non hanno colore, essendo trasparenti. Qui ho visto la prima differenza, non sostanziale: le strisce Lycia sono un pelino più spesse rispetto alla marca Veet, questo comporta che la striscia Veet va posizionata con una certa meticolosità, mentre quella Lycia è più facile da usare.
Entrambe vanno sfregate tra le mani per scaldare la cera e, una volta fatto, le due strisce vanno separate ed utilizzate. La seconda differenza è la tempistica: la striscia Veet si scalda più lentamente e il foglietto opaco si separa più velocemente, tanto che mi capitava di creare brutte orecchiette agli angoli della striscia che si spostavano, rendendo l’operazione un po’ complicata.

Sull’efficienza del prodotto nulla da dire: entrambe le marche non hanno bisogno di più strisce per avere la pelle liscia e dopo averle applicate lasciano la pelle liscia e perfettamente depilata.
Quello che forse fa la differenza è che le strisce Veet lasciano residui di cera più numerosi rispetto a quelle di Lycia. Altra cosa: nella confezione sono presenti delle salviettine imbevute per togliere i residui di cera, la confezione di Lycia ne contiene solamente due, Veet invece quattro. Quelle della prima è raro che le usi ma perché la cera rimasta riuscivo a toglierla con lo strappo completo della striscia, quelle rare volte però le ho trovate molto morbide, di una profumazione molto gradevole e imbevute il necessario per pulire la pelle (quando non uso la salvietta preferisco usare un goccio dell’olio Johanson’s). Le salviette di Veet invece sono molto sottili, di una carta un po’ ruvida e imbevute tantissimo nell’olio, tanto che dopo l’uso la pelle è praticamente unta. Altro punto a sfavore che la carta usata per le salviette risulta ruvida e a me ha arrossato la pelle.

Da qualche tempo a questa parte ho deciso di usare totalmente Lycia, che è il prodotto che vi consiglio a seguito della mia esperienza. Voi avete provato questa marca? Provato la Veet o altri prodotti di entrambe?
Come al solito fatemi sapere. Spero che questa recensione vi sia utile e ci vediamo Mercoledì!

L8D

Nessun commento:

Posta un commento

About Author

Footer