mercoledì 28 ottobre 2015

Ultima Vendetta - Stefania White [Book]


Buonasera e bentornati sul blog. La recensione di oggi è dedicata a "Ultima vendetta", romanzo giallo dell'esordiente Stefania White la quale ci ha gentilmente inviato una copia del suo lavoro.

Prima di procedere con la recensione, vi riporto qui di seguito la sinossi e il link al sito dove è possibile acquistare il libro.

SINOSSI2014- Xavier è un ex poliziotto, ha perso sua moglie e sua figlia per colpa di un assassino ancora senza volto. Si sente in colpa perché, proprio per un sadico gioco, è stato lui a premere il grilletto contro la moglie. 
Dopo che si è allontanato dal resto del mondo riceve una visita dal suo ex collega e migliore amico Mikael: in città c’è stato un nuovo omicidio con le stesse caratteristiche che aveva portato via la famiglia di Xavier. Anche se con molti dubbi accetta di fare da consulente per il caso ma da quel momento non deve fare i conti solo con i nuovi omicidi, ma anche con un’ombra che arriva dal passato, che ha pianificato tutto nei minimi dettagli per riuscire a vendicarsi ma l’ex poliziotto scoprirà presto che tutto ciò in cui credeva era solo un illusione. 



Il romanzo inizia subito con un brutale omicidio che gela all'istante il sangue del lettore.
Si passa poi ad un tempo passato nel quale conosciamo il protagonista Xavier, la moglie Catherine e la figlia Lucy, intenti a festeggiare il compleanno di quest'ultima. Tutto ciò però è solo un momento, un ricordo felice nella mente di Xavier che ritroviamo, successivamente, solo e senza lavoro mentre cerca di riempire come può il vuoto delle sue giornate.
Un violento assassino gli ha portato via moglie e figlia e l'ha fatto nella maniera più atroce, rendendo Xavier responsabile dell'omicidio.

Ed è proprio da qui che parte la storia. Dopo la perdita di Catherine e Lucy, Xavier si è isolato completamente dal resto del mondo. Sarà il suo amico e collega Mikael a spronarlo e convincerlo a tornare in servizio, almeno come consulente, per far si che sia l'omicidio della sua famiglia che quello avvenuto ad inizio romanzo vengano finalmente risolti.

L'autrice alterna i capitoli tra passato e presente. E' uno stile narrativo che ho già riscontrato in parecchi romanzi e che mi piace molto perchè, a mio parere, aumenta il livello di tensione e lascia il lettore ancora più con il fiato sospeso.
La tensione è uno degli elementi dominanti del romanzo che, pagina dopo pagina, mostra una vera e propria battaglia psicologica tra Xavier e il killer. Stefania White fornisce piccoli indizi che aiutano il lettore a capire chi possa essere il possibile assassino, ma su una cosa non si sbilancia: la motivazione.
Il killer commette gli omicidi per colpire Xavier, ma perchè lo fa? E' questa la domanda che percorre l'intero romanzo e Stefania riesce a catturare l'attenzione con uno stile scorrevole ed una trama avvincente e mai noiosa.

Il finale è aperto e fa pensare ad una probabile serie di romanzi dedicati a questo nuovo protagonista dell'ambiente poliziesco.

Come accanita lettrice di romanzi gialli/thriller sono felice di aver letto "Ultima vendetta" .
Ringrazio quindi Stefania White per avermi permesso di leggere il suo romanzo e le auguro in bocca al lupo per la sua carriera.

Vi abbraccio.

BlackCherry


Nessun commento:

Posta un commento

About Author

Footer