lunedì 23 novembre 2015

Lotta contro il tempo - Marco Alfaroli [Book]



Buonasera e bentornati sul blog. La recensione di oggi sarà sul racconto fantascientifico  "Lotta contro il tempo" inviatoci dallo scrittore Marco Alfaroli.

SINOSSI:Riuscire a sconfiggere il Tempo, conquistando la vita eterna anche solo attraverso la propria discendenza, è il sogno di ogni uomo. E se proprio la vita eterna non si può viverla per intero, non è poi tanto male poterla gustare a balzi, dormendo un sonno criogenico in attesa di un futuro migliore. Forse può sembrare un sotterfugio per combattere quel subdolo nemico che è il Tempo, ma non per Leonardo Cavon. Nel 2068, lui sa di essere destinato a quella vita eterna a balzi e alla gloria, perché è l'inventore della prima capsula per l'ibernazione umana. Non gli importa che quell'invenzione gli sia costata il matrimonio e la possibilità di avere figli, perché la commercializzazione del sonno criogenico gli ha già dato la ricchezza e a breve gli permetterà di sostituire quelle perdite, facendolo risvegliare migliaia di anni nel futuro, così da assaporare i frutti del suo lavoro e la gioia di aver battuto il Tempo. Sono proprio questi i primi pensieri coscienti di Cavon al suo risveglio nella capsula conservata nel bunker fatto costruire sotto la sua abitazione. Non c'è stato alcun problema nel corso della stasi criogenica e, anzi, la macchina da lui inventata ha funzionato oltre ogni aspettativa, portandolo fino all'anno 7945. Appena riemerso in superficie, l'eccitazione iniziale per la possibilità di incontrare gli uomini di quel tempo viene sostituita dall'angoscia. Cosa diavolo è quel soffitto metallico, sorretto da colonne ciclopiche, che non permette di vedere il cielo? E le pareti lontane altrettanto gigantesche che racchiudono la città in cui viveva, ormai ridotta in rovine? E, soprattutto, dov'è finita l'Umanità? Per scoprirlo, a Cavon non resta che salire verso l'alto in quella struttura per Titani, utilizzando lo strano ascensore in cui si è imbattuto. Certo, non lo tranquillizza il fatto che sono più di 4000 anni che nessuno se ne serve...



Prima di iniziare, è opportuno fare una piccola premessa.Io con la fantascienza ho un rapporto piuttosto particolare. A livello cinematografico mi piace vedere film tipo Star Wars, Alien, Matrix... ma se parliamo di genere letterario ammetto che non mi fa impazzire. Sono davvero pochi i romanzi fantascientifici che sono riuscita a terminare e a farmi piacere. Tutti gli altri con me hanno avuto vita molto breve. Dopo questa introduzione positiva XD ,iniziamo subito a parlare di "Lotta contro il tempo".

Penso sia abbastanza evidente dalla sinossi che l'autore ha utilizzato un tema noto e già utilizzato da altri suoi colleghi. Io però non sono una che critica questo modo di fare di alcuni scrittori. Secondo me si può benissimo prendere l'idea di base per farne un buon libro. E' il modo in cui si sviluppa la storia che può rendere interessante o meno un romanzo. 
Ed è ciò che succede appunto in questo racconto, a mio parere, ben riuscito.
La sua pecca, secondo me, è che è fin troppo breve. In definitiva sono quasi 50 pagine e proprio per questo in alcuni punti tende ad essere troppo veloce e ad avere delle mancanze. Nonostante questo però è una lettura piacevole ed emozionante.
L'autore, grazie al suo stile scorrevole e mai noioso, riesce ad appassionare il lettore e a tenerlo incollato fino all'ultima pagina che regala un finale decisamente d'effetto.

Per una come me, che non stravede per il genere fantascientifico, aver apprezzato un racconto come questo credo voglia dire tanto. 


Il racconto è disponibile in formato cartaceo sul blog dell'autore, il quale è anche illustratore. Consiglio a tutti gli appassionati di Guerre stellari, Gundam e Goldrake di darvi un'occhiata.

Il Blog di Marco Alfaroli
I racconti di Marco Alfaroli

Qualora desideriate il formato ebook, è possibile trovarlo in tutti gli store online.

Amazon
Ibs
Kobo


Spero che la mia recensione vi sia piaciuta e vi sia stata utile.
Vi abbraccio.

BlackCherry










Nessun commento:

Posta un commento

About Author

Footer