lunedì 21 marzo 2016

Personaggi Letterari 1° parte - I maschi che amiamo [TAG]



Ciao a tutti e bentornati sul blog. Nessuna review cosmetica o letteraria stasera, ma un TAG che ho chiamato "Personaggi letterari".
Sicuramente questa tipologia di tag è già stata fatta in passato, pertanto non voglio prendere alcun merito di inventiva. A mio parere è un modo carino, divertente ed interessante per condividere opinioni sui diversi personaggi della letteratura.
Le regole del tag sono poche e semplici.

1) Può partecipare chiunque.
2) Citare il blog da cui è partito il tag.
3) Elencare 10 personaggi letterari maschili che amate. 
4) Se un personaggio letterario è stato portato sul grande o piccolo schermo specificare quale attore ha impersonato meglio, secondo voi, tale ruolo. E' facoltativo allegare una fotografia.

Ed ora è arrivato il momento di elencarvi i miei personaggi. 

Avete notato che ho utilizzato la parola personaggi e non eroi? 
Non sono sempre gli eroi a conquistare il cuore e le simpatie di chi legge. Preparatevi quindi a vedere anche molti cattivoni che, secondo me, sono i personaggi migliori.

I MIEI 10 PERSONAGGI LETTERARI MASCHILI PREFERITI 


1)Hannibal Lecter: un uomo che non ha affatto bisogno di presentazioni. Penso che un cattivo più cattivo di lui non esista, non per niente è soprannominato "Hannibal il cannibale". Eppure,nonostante la sua antropofagia, risulta essere uno dei personaggi più affascinanti mai creati. Con il suo savoir-faire, la sua intelligenza ed indubbiamente il suo carisma, Hannibal attrae chiunque come una calamita. Sul grande schermo è stato impersonato da un grandissimo Sir Anthony Hopkins che, per questa interpretazione venne anche premiato con l'Oscar (per 16 minuti di interpretazione... GRANDISSIMO). Io però ho il mio adorato Hannibal ed è quello del piccolo schermo. E' Mads Mikkelsen che, a mio modesto parere, ha impersonato un dr. Lecter superlativo.




2)Lincoln Rhyme: il protagonista di una serie di romanzi del grande Jeffery Deaver. Un criminologo di fama mondiale che, durante un'indagine rimane vittima di un incidente che lo rende tetraplegico C4. Lincoln quindi è 
completamente paralizzato e tenterà di convincere, inutilmente e in più di un'occasione, il suo infermiere Thom a porre fine alle sue sofferenze. L'intelligenza fuori dal comune e l'intuito eccezionale lo rendono uno dei migliori poliziotti di New York. Dopo l'incidente che ha drasticamente cambiato la sua vita, è comprensibile la sua voglia di farla finita. Sarà l'incontro con la collega Amelia Sachs a fargli cambiare idea e dimostrare agli altri, ma soprattutto a se stesso, che nonostante la sua condizione fisica, è in grado di essere ancora un ottimo poliziotto. "Il collezionista di ossa", romanzo del quale vi ho già parlato QUI, è il primo di una serie dedicata a lui. Nell'omonimo film, il personaggio è stato impersonato da Denzel WashingtonUn'ottima interpretazione, ma non proprio attinente al romanzo in quanto in realtà Lincoln Rhyme è un uomo bianco.




3)Dracula: vampiri swarovski, vampiri che bevono sangue liofilizzato, vampiri vegetariani....BASTA!!! L'unico vero vampiro della letteratura è uno solo e si chiama Dracula. Stop. Non c'è altro da dire. Molti attori hanno impersonato il celebre vampiro. Il migliore, secondo me, resta l'indimenticabile Bela Lugosi.
Se mi è permesso però, una super nota di merito va ad un altro grandissimo attore: Gary Oldman. Nonostante la trasposizione di Francis Ford Coppola non proprio fedelissima, l'interpretazione di Gary ha fatto innamorare tutte noi. 




4)Severus Piton: è cattivo o non è cattivo? Questo è il problema. Una delle domande più amletiche che ha caratterizzato uno dei personaggi più ambigui della letteratura. Indubbiamente i fatti riportati in buona parte della saga non giocano a suo favore. Severus infatti ha un'immediata astiosità nei confronti di Harry Potter, si dimostra asociale con gli altri insegnanti e risulta apparentemente responsabile della morte di Silente. J.K.Rowling è riuscita perfettamente a farci odiare questo personaggio. E di colpo cosa succede? TUTTO. Pensi di conoscere Piton, ma in realtà non sai niente. E' necessario scavare attentamente nel passato di quest'uomo per capire cosa l'abbia portato a commettere le azioni che conosciamo. Ed è quello che Harry Potter fa, in ritardo, ma lo fa. E sarà proprio Harry stesso a definire Piton come uno degli uomini più coraggiosi che abbia mai conosciuto. Nella celebre saga cinematografica Piton è stato impersonato dal bravissimo e indimenticabile Alan Rickman che molti ignoravano chi fosse prima di Harry Potter. Su questo vorrei stendere un velo pietoso.




5)Jean-Baptiste Grenouille: un assassino seriale e inconsapevole in più di un'occasione. Jean-Baptiste è un essere umano evitato da chiunque, prima fra tutti la madre stessa che lo abbandona nel momento stesso in cui lo partorisce.
Ostinato, asociale, privo d'odore, ma con una qualità unica nel suo genere:un olfatto ampiamente sviluppato che gli permette di catturare ogni odore e farlo suo. Jean-Baptiste può essere definito un vero e proprio feticista degli odori. Egli ama un odore al punto che, se privato dello stesso, prova un vero senso di agonia. Questa sua bramosia lo porterà ad uccidere 13 giovani belle donne e ad estrarne l'essenza per creare il profumo unico e impareggiabile. E' indubbiamente un protagonista amorale, ma ambizioso. E' impossibile non restarne affascinati. Nel celebre film "Profumo-Storia di un assassino", Grenouille è stato impersonato da Ben Whishaw.




6)Ispettore Javert: il celebre ispettore de "I miserabili" è sicuramente uno degli antagonisti più ostinati della letteratura. Ligio al dovere, in maniera fin troppo ossessiva , spenderà quasi tutta la sua vita a perseguire il protagonista del romanzo, l'ex galeotto Jean Valjean, nonostante quest'ultimo tenti di redimersi e dimostrare a Javert il suo cambiamento. Saranno proprio le buone azioni di Valjean a cancellare l'opinione negativa che Javert ha nei suoi confronti. Personalmente non considero Javert un personaggio negativo, ma neanche positivo perchè non è certamente uno stinco di santo. Lo ritengo invece un uomo d'onore e inflessibile, anche con se stesso, fino alla fine.
Tante sono state le trasposizioni del celebre romanzo, ma il mio Javert preferito resterà sempre lui: Geoffrey Rush.




7)Fitzwilliam Darcy: non poteva mancare dall'elenco. Penso che tutte noi, in un modo o nell'altro, abbiamo amato il signor Darcy. Orgoglioso fino al midollo, arrogante, presuntuoso e pure maleducato. L'uomo che detiene per diritto il premio per "la peggior proposta di matrimonio" nella storia. Come si fa ad amare un uomo del genere? Semplice, per due motivi.
Motivo numero uno: è un amico fedele ed un fratello protettivo e generoso. Può sembrare altezzoso in apparenza, ma in realtà è solo timido. E' comunque un uomo che ammette i proprio errori e cerca di migliorarsi pur di conquistare la donna che ama. Non si può non amare il signor Darcy. Ah si. Avevo detto che c'era un secondo motivo. Il motivo ha un nome ed un cognome: 
Colin Firth. Per quanto mi riguarda è lui l'unico vero Darcy.




8)Edward Rochester: un uomo esemplare, con una sfiga totale nel scegliersi le donne, però esemplare. La prima donna, più che una scelta è stata un'imposizione. Rochester infatti si è ritrovato in un matrimonio combinato con Bertha Mason e si è reso conto in breve tempo che la poverina è affetta da pazzia (malattia presente in molti membri della famiglia della donna). Egli non se la sente di rinchiuderla in un manicomio, ma preferisce che rimanga segregata nel suo palazzo signorile in compagnia di una badante. Dopodichè vi è un'altra giovane donna che, dopo averlo usato più che altro per il suo patrimonio, gli lascia in affido una bimba di cui Rochester non sembra esserne nemmeno il padre. A modo suo, Rochester si occupa della bambina, fornendole una casa e un'istruzione. E' un gentiluomo e un uomo d'onore. La sua misantropia e il suo carattere burbero sono più che giustificati considerando il tipo di donne con cui ha avuto a che fare. E' anche vero che una di queste donne gli ha lasciato Adèle, la bimba che ha bisogno di essere istruita e pertanto gli ha permesso di conoscere ed innamorarsi finalmente di Jane Eyre. Non viene rappresentato come un uomo bellissimo. E' piuttosto robusto, con gli arti un po' tozzi e alquanto scontroso con chi lo circonda. A renderlo affascinante sono la sua forza e la sua fragilità. Tanti sono stati i vari mr. Rochester del grande e piccolo schermo. A mio parere il più azzeccato e che rispecchia fedelmente
il Rochester letterario è William Hurt nella versione Jane Eyre di Franco Zeffirelli. Se però vogliamo esagerare e dare anche una botta esagerata ai nostri ormoni, potremmo menzionare due signori che hanno impersonato in signor Rochester così bene, ma così bene che ci hanno lasciate letteralmente a bocca aperta. Toby Stephens e Michael Fassbender. Il primo è stato protagonista dell'omonima miniserie della BBC, il secondo invece della 
versione cinematografica del 2011. Mi rendo conto che non rispecchiano esattamente l'Edward Rochester del romanzo, soprattutto per quanto riguarda il fisico, però per chi ha visto sia la miniserie che il film non può negare che entrambi hanno dato una fantastica interpretazione. 




9)John Thornton: lo considero uno degli uomini più forti, maturi e responsabili del panorama letterario. Il protagonista maschile di "Nord & Sud" ha conosciuto fin da subito le avversità della vita. Dopo il suicidio del padre, in seguito ad una speculazione avventata che ha portato la famiglia in miseria, John è costretto quindi ad abbandonare gli studi e a lavorare come 
garzone per mantenere sia la madre che la sorella. Saranno proprio la sua tenacia e la sua determinazione a permettergli di costruire un'industria tessile grazie alla quale creerà un vero impero economico. Da uomo intelligente qual è, capisce che nella vita non sono importanti solo il denaro e la posizione sociale, ma anche l'istruzione e decide quindi di studiare insieme ad un tutor, Mr Hale, che si scoprirà poi essere il padre di Margaret, la protagonista femminile del romanzo, colei che mostrerà anche il lato passionale, romantico ed irrazionale di John. Che io sappia esistono due versioni televisive del romanzo, targate BBC. Ed è nella versione più recente che troviamo un perfetto ed affascinante Richard Armitage.




10)Maxim De Winter: il protagonista maschile del celebre romanzo "Rebecca, la prima moglie" di Daphne du Maurier presenta molte analogie con Edward Rochester, già visto precedentemente. 
Elegante, autoritario e misterioso, ma allo stesso tempo malinconico e tormentato da un segreto inconfessabile. E' indubbiamente uno dei personaggi più complessi della letteratura. Tantissime sono state le trasposizioni cinematografiche e non del romanzo. Il miglior interprete di Maxim De Winter però rimarrà sempre lui Laurence Olivier nell'indimenticabile film di Alfred Hitchcock.






Questi sono dunque i miei dieci personaggi letterari maschili preferiti. Guardandoli tutti insieme salta subito all'occhio un particolare: più sono complessati e più mi piacciono. E' proprio vero che noi donne siamo attratte dalle storie d'amore complicate. ^___^

Bene gente, mi auguro che questo nuovo TAG sia di vostro gradimento e spero partecipiate in tanti. 
Vi mando un grosso bacio.

BlackCherry

4 commenti:

  1. Davvero un bel tag! Nonostante non conosca la metà dei personaggi citati - sono terribile lo so- mi piacerebbe molto ripeterlo nel mio blog ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto :)
      No, non sei terribile. Chissà,magari nel tuo elenco potrebbero esserci personaggi che io non conosco :)
      Mi farebbe molto piacere leggere i tuoi 10 personaggi. Fammi sapere quando lo posterai. Un abbraccio. :)

      Elimina
  2. Ciao, bel tag e, sinceramente, ancheio mi sono trovata spiazzata da alcuni personaggi che hai citato. Ho condiviso il post su Google+ e, se possibile, vorrei postarlo anche su una pagina facebook. E' un ottimo spunto di discussione ed è molto accattivante il modo in cui hai parlato di ogni singolo personaggio. Per i miei dieci mi occorre un pò di tempo, forse saranno di meno ma, di siscuro, tornerò a trovarti presto. Fammi sapere se posso condividere in pagina e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che gentile. Grazie :)
      Ma certo che puoi condividerlo sia su Google che su fb. É stato fatto apposta, proprio per condividere e scoprire personaggi nuovi :)
      Un abbraccio e grazie ancora :)

      Elimina

About Author

Footer